Come scrivere un articolo perfetto per un blog di interni

Come scrivere un articolo perfetto per un blog di interni

Tabella dei Contenuti

I blog post ovvero gli articoli che vengono pubblicati sul blog rappresentano la forma di comunicazione più efficace sul web. Molti liberi professionisti, architetti ed interior design usano il proprio blog per attirare nuovi clienti, per farsi conoscere e per avere autorevolezza nel loro settore.

Scrivere un articolo perfetto per un blog di interni non è però così immediato soprattutto per i principianti. Esistono però degli schemi che possono aiutare chi si imbatte per la prima volta nella scrittura del proprio blog di interni. Con il tempo, la tecnica di scrittura si affinerà fino a far diventare questa azione semplice e naturale.

Il primo passo per scrivere un articolo perfetto per un blog di interni è scegliere l’argomento strategico per i tuoi lettori. In questo articolo troverai i passaggi che ti aiuteranno a scrivere un blog post perfetto e in poco tempo.

Scegli l’argomento strategico per il tuo blog

Il primo passo da fare per focalizzarsi sugli argomenti del tuo blog è ricercare almeno 3 argomenti “pilastro” per il tuo blog di interni e iniziare a ragionare su quelli.

Per esempio: Stile moderno, Uso del colore, Progetti fai-da-te per la casa.

Una volta stabiliti gli argomenti cardine del tuo “progetto blog” devi eseguire la ricerca delle parole chiave o keyword. Le keyword sono termini di ricerca che vengono usate per ottimizzare un blog o un sito web nella speranza di posizionarsi tra le prime pagine di Google. Per segnare le tue keyword puoi utilizzare strumenti come Google Docs o Todoist e creare il tuo elenco di keyword per poter accedere a questo file in qualsiasi momento.

Puoi scoprire altri argomenti interessanti per il tuo blog di interni utilizzando Answer The Public,  inserendo una parola o una frase in questa piattaforma ti verrà mostrato un elenco di domande relative a quel termine.

Oltre a questi metodi per la ricerca di argomenti puoi utilizzare:

  • I termini correlati alla ricerca: in una qualsiasi ricerca su Google nella parte inferiore della prima pagina dei risultati ci saranno sempre delle ricerche correlate che ti aiuteranno ad individuare gli argomenti più ricercati;
  • Sfrutta i forum online: scrivi nei forum dedicati all’interior e alla progettazione di interni e analizza gli argomenti in cui la discussione è più vivace;
  • Studia i commenti degli altri blog: leggi i commenti sui blog simili al tuo o sui siti rilevanti in campo di interior design. Cerca idee per avere degli spunti interessanti per argomenti da trattare nel tuo blog;
  • Usa Pinterest per i trend: Pinterest è un ottimo motore di ricerca per trovare argomenti popolari. Digitando la parola chiave nella barra di ricerca ti verranno visualizzato un elenco di altri suggerimenti;
  • Crea tu nuovi argomenti: inizialmente ti sembrerà difficile trovare nuovi argomenti da trattare ma vedrai che con il tempo riuscirai ad approfondire sempre di più ogni aspetto legato alla progettazione della casa.

Keyword per interior design

Una volta che hai una raccolta di argomenti o keywords, rivedi l’elenco considerando questi aspetti che ti elenco sotto:

  • Volume di ricerca di ciascuna parola chiave: il volume di ricerca mostra quante persone stanno cercando una query specifica. La query è la parola che l’utente scrive effettivamente sul motore di ricerca. Sono da preferire le keyword con un volume di ricerca basso in quanto sono meno competitive rispetto alle keyword ad alto volume, favorendo il posizionamento del post sul blog. Per visualizzare il volume di ricerca di una parola chiave, puoi utilizzare Google Keyword Planner o Seozoom.
  • Parole chiave a coda lunga: la parola chiave a coda lunga di solito contiene più di tre parole. Queste parole possono aiutarti poiché le persone che cercano queste keyword cercano una risposta specifica ad una loro perplessità.
  • Le keyword dei competitor: analizza le keyword che i tuoi concorrenti e trai le tue conclusioni.
  • Identifica i trend : usa Google Trends per essere sicuro che l’argomento di cui vuoi parlare sia un argomento possa rimanere rilevante per anni.

Argomento del blog post

Dal tuo elenco di argomenti scegline uno e trova il modo di svilupparlo nel migliore dei modi.

Analizza l’intento di ricerca che sta dietro alla keyword scelta, immedesimati nel tuo lettore che cerca una risposta alla domanda che potrebbe digitare sul motore di ricerca per risolvere il suo dubbio.

Gli intenti di ricerca sono di quattro tipi:

  • Informazionale : i lettori con questo tipo di intento ricerca hanno uno specifico dubbio ed una domanda ben precisa, il loro scopo è quello di saperne di più sull’argomento;
  • Navigazionale : i lettori digitano già il sito web che vogliono visitare. Per esempio ElleDecor e Westwing;
  • Commerciale: il lettore vuole valutare e confrontare siti e blog per prendere la decisione per un acquisto e quindi alla transazione. Per esempio: “Meglio i sanitari sospesi o quelli tradizionali?”;
  • Transazionale : i lettori che effettuano questo tipo di intento effettuano ricerche con l’intenzione di acquistare qualcosa e utilizzano i motori di ricerca per effettuare questa ricerca.

In sostanza, va sempre analizzato il tipo di intento e successivamente devi assicurati di scrivere un articolo che sia allineato con questo intento. Per ogni intento di ricerca esiste una tipologia di post più adatta al tuo contenuto per aumentare le possibilità che il tuo blog di interni si posizioni nelle prime pagine di Google, rendendo più facile l’esperienza di lettura.

Come dicevo è importante scegliere la tipologia di post più adatta al contenuto. Sotto trovi un elenco di tipi di post:

  • Lista: È un elenco di azioni, di risorse o di link utili per il lettore;
  • Tutorial: è la spiegazione per fare qualcosa, elenca le azioni e le procedure per svolgere un compito;
  • Definizione: è un testo che spiega tutto quello che riguarda l’argomento e può essere facilmente spezzettato in post più piccoli e specifici;
  • News: sono articoli che aggiornano il lettore sulle ultime novità;
  • Opinione: in questo tipo di post il blogger si mette al centro dell’articolo esplicitando il suo pensiero e le sue opinioni;
  • Intervista: scrivere interviste renderà il tuo blog più interessante e inserirai altri punti di vista oltre al tuo;
  • Checklist: sono quei post che ti aiutano a svolgere delle azioni per poi ottenere dei risultati;
  • Recensione: nel campo dell’interior design sono i più usati e parlano dei vantaggi o degli svantaggi di un prodotto o di un servizio. Questo contenuto è considerato molto popolare in quanto spesso prima di acquistare un prodotto la gente legge le recensioni.

Scegli un titolo interessante

È arrivato il momento di scegliere il titolo del tuo blog post, inutile dire che è la prima parte che ogni lettore legge di tutto l’articolo, il che spiega il motivo per cui deve interessare il lettore ad aprire il contenuto e leggerlo fino alla fine. Io generalmente prima di scrivere l’articolo do un titolo generico che mi guida per tutta la scrittura del post solo alla fine definisco il titolo definitivo. Il titolo perfetto deve rispettare le aspettative che il lettore ha di quell’articolo e mai promettere nel titolo qualcosa che poi non dà.

Anche per i titoli possiamo fare un elenco di tipologie per ottenere il titolo perfetto per un articolo per un blog di interni:

  • I numeri: aiutano il lettore a capire quanto contenuto ci sarà nel blog post e fa capire che si troverà davanti ad un elenco di contenuti;
  • Specificità: il titolo deve far capire subito cosa il lettore può trovare scritto. Titoli vaghi non aiutano a far aprire il contenuto e favoriscono l’abbandono del blog, aumentando la frequenza di rimbalzo del sito o del blog;
  • Domanda nel titolo: scrivere la domanda nel titolo potrebbe essere un’arma vincente, genera interesse ed attira i lettori incuriositi all’argomento.
  • La giusta dimensione: un titolo troppo corto non ti aiuterà ad interessare il tuo lettore, al contrario il titolo troppo lungo distoglierà l’attenzione del pubblico invitandolo ad abbandonare l’articolo.
  • Due punti: i titoli con keyword target e i due punti hanno un rendimento migliore rispetto ad altri titoli, ovviamente dopo i due punti è necessario inserire un titolo efficace.

Avere uno schema per scrivere l’articolo perfetto per un blog di interni

Creare uno schema del blog post è un processo molto importante prima di iniziare a scrivere. Lo schema serve a creare contenuti qualitativamente elevati nel modo più veloce ed efficiente possibile, organizzando le idee in modo corretto.

 Uno strumento da poter utilizzare per la scrittura dei blog post è Google Docs, lo strumento che ti aiuta a organizzare il testo in modo immediato.

Elementi molto importanti dello schema di un blog post sono oltre al paragrafo introduttivo dell’argomento e il titolo, anche i sottotitoli dei vari paragrafi. I sottotitoli oltre a dividere un testo molto lungo in testi più brevi aiuta a spiegare di cosa si parla nel post.

Ecco alcuni suggerimenti per uno schema efficace di blog post per un blog di interni:

  • Brevi descrizioni : ogni sottotitolo deve avere una breve descrizione di quello che poi si troverà nel paragrafo:
  • Elenchi puntati : gli elenchi puntati aiutano a visualizzare meglio il concetto che vuoi esprimere;
  • Conteggio delle parole: la qualità di un blog post si misura anche per numero di parole;

Idee pertinenti: elimina tutti i paragrafi dove sei fuori dall’argomento principale, coerenza prima di tutto.

Scrivere la bozza dell’articolo per il blog

Il blog post perfetto ha bisogno di varie revisioni, è frutto di modifiche e miglioramenti, ma tutto parte da una bozza.

Gli elementi che compongono un blog post sono 3: introduzione, corpo e conclusione.

  • Introduzione

è il paragrafo iniziale di un post sul blog e si trova sotto il titolo. Aiuta i lettori ad entrare nel tema principale dell’articolo e li coinvolge nella lettura. Una buona introduzione si compone a sua volta di:

Gancio: che cattura l’attenzione di chi legge. Tra i più comuni ganci possiamo trovare delle citazioni, delle domande o degli aneddoti;

Transizione: è il paragrafo che lega il gancio al resto dell’articolo. Generalmente descrive l’importanza dell’argomento trattato successivamente;

Tesi: è la sintesi dell’articolo e amplifica il motivo per cui i lettori dovrebbero arrivare fino in fondo al blog post. Ad esempio, se hai intenzione di discutere su come arredare un ingresso, comunica ai lettori in anticipo che hai vari suggerimenti da condividere per arredare un ingresso.

  • Corpo

Nel corpo l’argomento scelto viene elaborato in ogni sua parte e viene diviso in paragrafi.

Scrivere brevi paragrafi e focalizzarsi su una sola idea principale risulta una soluzione vincente: spesso il lettore si sofferma su un paragrafo piuttosto che su un altro.

 Anche in questo caso il corpo si divide in:

Argomento: è la frase che spiega di cosa stai parlando;

Supporto: è in questo caso l’argomento del paragrafo stesso;

Conclusione: è l’ultima frase che chiude l’argomento del paragrafo e ti annuncia il prossimo paragrafo.

L’uso di frasi semplici e non troppo lunghe, parole chiare ti aiuterà a mantenere viva l’attenzione del lettore.

  • Conclusione

La conclusione da un riassunto dell’argomento principale che abbiamo scelto per il  blog post. Dona la chiusura dell’articolo e ribadisce l’importanza di quello che si è appena letto.

Ecco alcuni suggerimenti per scrivere la conclusione di un post sul blog:

Riassumere l’argomento. Qui è necessario ribadire il perché l’argomento è interessante ed utile per il lettore;

Utilizza l’introduzione per dare conferma di quanto scritto;

Crea una CTA o “Call to action”. La CTA è un invito all’azione dove il blogger indica a l lettore cosa fare, dove cliccare e cosa comprare;

Poni una domanda. In genere se si vogliono generare commenti si conclude il blog post con una domanda.

Usa gli elementi visivi

Le immagini come foto di interni o qualsiasi altro elemento visivo come la pianta di un progetto, purché pertinenti al contenuto aiutano a separare blocchi di testo molto lunghi e favoriscono la lettura agile e piacevole. Le immagini aiutano la comprensione del testo e la scansione dell’articolo stesso.

Ti elenco quali potrebbero essere le immagini più adatte ad un blog post per un blog di interni:

  • Foto. Le foto hanno il potere di far ricordare al lettore quanto ha letto. Fai attenzione nell’uso delle foto con copyright: ti suggerisco di scaricare le foto per il tuo blog da pexel;
  • Infografiche. L’uso delle infografiche aumenta il traffico al blog in quando sono facili da capire e utili per la loro sinteticità. Un strumento utile per la creazione di infografiche è Canva;
  • Video. Perfetti per coinvolgere il lettore e trattenerlo più tempo sulla pagina diminuendo la frequenza di rimbalzo;
  • GIF. Come i video rendono piacevole la lettura del testo e catturano l’attenzione;
  • Gli screenshot sono utili per creare delle guide e dare dei dettagli per avanzare nella lettura del blog post;
  • Grafici, come le infografiche, donano delle informazioni sintetiche e dettagliate, sono una sintesi di quanto spiegato a parole.

Fare uso di questi elementi visivi è di certo vantaggioso soprattutto se vengono inseriti ad intervalli regolari in tutto il blog post. Tutte le immagini devono essere ottimizzate per occupare meno spazio ed evitare di rallentare il caricamento del blog.

Rivedi il testo

Prima di pubblicare il post è bene ricontrollarlo più volte e se è necessario rimettere mano nei punti poco chiari. Rendere chiaro e conciso il concetto principale deve essere uno degli obiettivi di un blogger. Per svolgere la correzione del blog post io ti consiglio di:

  • Rileggerlo dopo qualche ora, almeno, dalla stesura della bozza. In questa fase correggere gli errori di grammatica è essenziale;
  • Leggilo senza farti distrarre;
  • Struttura e formato. Ogni elemento deve essere formattato per essere estremamente leggibile;
  • Verifica tutto prima di dare informazioni non corrette;
  • Scegli categoria e tag più pertinenti per il tuo blog;
  • Immagine in evidenza. Scegli con cura l’immagine in evidenza del tuo blog post, sarà questa insieme al titolo che farà decidere al lettore se leggere o meno il contenuto dell’articolo.

Pubblica l’articolo

Prima di pubblicare il blog post assicurati che l’url sia corretta, una volta che la pubblicazione è fatta, cambiare l’url potrebbe creare problemi sul posizionamento.

Dopo aver controllato l’URL è il momento di creare la meta description che non è altro che una breve descrizione del blog post utilizzando la keyword scelta per questo argomento.

Dopo aver pubblicato il blog post devi farlo conoscere a quante più persone possibili e per questo esistono delle strategie che possono aiutarci.  

Ecco un elenco:

  • Social media. Condividi il tuo contenuto su Instagram, Facebook, Pinterest o Linkedin. Sui social media incontrerai lettori di diverso tipo, diversa età e gusti diversi, insomma diversificherai i tuoi lettori;
  • Crea una mailing list in modo da poter avvisa quante più persone ad ogni nuova pubblicazione. Io per inviare le mie newsletter utilizzo Brevo (ex Sendinblue) ti invito a scriverti alla mia newsletter;
  • Utilizza i forum. Puoi condividere il link al tuo blog post anche tra i lettori dei forum di arredo e design di interni.

Indicazioni utili per un post perfetto

Dopo averti suggerito come si scrive un post perfetto è arrivato il momento di darti qualche indicazione per suggerirti come migliorare il tuo articolo.

  • I lettori di un blog di interni

Il post che hai appena scritto è un contenuto per i tuoi lettori, ed è per questo che mentre scrivi devi pensare soprattutto a loro, ai loro dubbi e ai loro problemi. Con il tuo articolo devi aiutarli a risolvere queste loro difficoltà creando un legame con loro. Scrivere per loro significa conoscerli e conoscere il loro linguaggio.

Per conoscerli sempre di più dovresti iniziare a raccoglie alcuni loro dati, tipo l’età, il reddito, gli hobby, il sesso e il titolo professionale. Conoscendo queste caratteristiche dei tuoi lettori puoi creare il “reader persona”: il tuo lettore ideale. Il reader persona è il lettore a cui tu destini i tuoi articoli e a cui risolvi i problemi.

  • SEO

La parola Seo indica l’ottimizzazione per i motori di ricerca e quindi aiuta a migliorare le prestazioni in visibilità del sito e del blog. Per i blogger la Seo è fondamentale, senza una buona Seo la visibilità sarebbe ben poca.

Sono tante le pratiche che possiamo mettere in atto per scrivere in ottica Seo, possiamo elencarne alcune:

  • Testo alternativo dell’immagine: è il testo che descrive l’immagine;
  • Link interni: inserire link nell’articolo aiuterà il lettore a navigare in altre pagine del blog;
  • Link esterni: e aumenterà l’autorità del blog.

Oltre a queste pratiche ne esistono tante altre che potremmo analizzare in un altro articolo. Monitorare le prestazioni della Seo del nostro blog ci aiuta a capire cosa migliorare ancora, in questo caso ci aiuta Google Search Console o Ubersuggest, uno strumento gratuito che visualizza le parole chiave per cui il blog si posiziona su Google.

  • CTA

Altro elemento importante di un post è la CTA (call to action) ovvero l’invito all’azione, potremmo definirla come il suggerimento che dà il blogger al lettore.

La CTA può avere varie forme:

  • Pulsante
  • Link ipertestuale di testo
  • Testo normale senza link
  • Frasi come: “Lascia un commento”, “Segui sui social”, “Condividi il post del blog”, “Iscriviti alla newsletter”.

In conclusione

Scrivere articoli coerenti al proprio argomento rimane comunque il primo passo per avviare un blog di successo.

La creazione di contenuti sempre nuova deve essere supportata da una pianificazione costante e di qualità.

Se la professione di blogger di appassiona e vorresti saperne di più. Se hai sempre desiderato far diventare la tua passione il tuo lavoro?
E’ arrivato il momento di mettere a frutto tutto quello che conosci nel campo dell’arredamento e del design di interni.

Facebook
Pinterest
LinkedIn
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rosa Strano

Architetto progettista con la passione per l’outdoor

Gli argomenti del blog

Gli articoli più letti